Crescita, sviluppo e lotta alla disoccupazione

Crescita, sviluppo e lotta alla disoccupazione "Bisogna sostenere la crescita e la creazione di posti di lavoro, ci vuole più solidarietà nella gestione dei flussi migratori". Così il presidente ad interim dell'Europarlamento, Gianni Pittella, al termine dell'incontro tra i capigruppo del Parlamento Ue e il Governo italiano "Abbiamo offerto al Governo italiano tutta la collaborazione del Parlamento Ue perchè il semestre di Presidenza sia fruttuoso, proficuo e possa portare a delle misure innovative che riguardino la crescita, la creazione di posti di lavoro, la gestione solidale del fenomeno dell'immigrazione e il ruolo dell'Ue nelle sfide globali". Lo ha detto il presidente ad interim dell'Europarlamento, Gianni Pittella, al termine dell'incontro tra i capigruppo del Parlamento Ue e il Governo italiano, che si è tenuto a palazzo Chigi, presente il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Con Renzi, il sottosegretario agli Affari Ue, Gianni Gozi, il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, e il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova. "Abbiamo registrato - ha spiegato Pittella - una sintonia su questi punti: bisogna assolutamente sostenere la crescita e la creazione di posti di lavoro; ci vuole più solidarietà nella gestione dei flussi migratori; un nuovo impulso nella lotta ai cambiamenti climatici e sull'utilizzo delle fonti rinnovabili". Inoltre, i capidelegazione di Strasburgo e il Governo Renzi hanno convenuto sulla necessità di "potenziare il ruolo dell'Ue nel mondo". Dunque, "sono queste le questioni - ha sintetizzato Pittella - su cui il Governo italiano portera' avanti la sua azione. E il Parlamento Ue è a sostegno di questa azione". Il sottosegretario alle politiche Ue, Sandro Gozi, al termine dell' incontro ha assicurato: "Ci sarà un commissario di peso per l'Italia. L'Italia ha ottimi candidati per tutti i portafogli europei" ha sottolineato Gozi, che ha comunque ribadito come "prima vengono le politiche e poi i nomi: nomina sunt consequentia rerum". La vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, al termine dell'incontro promosso dalle presidenze di Camera e Senato con la Conferenza dei Capigruppo del Parlamento europeo, ha commentato: "Il semestre europeo è una straordinaria opportunità per dare il nostro contributo a un'Europa forte e unita. Un' Europa che metta al centro e crescita e lavoro con una nuova impostazione economica e nuovi strumenti, ad esempio una maggior flessibilità al patto di Stabilità che favorisca gli investimenti produttivi e con un forte contributo pubblico, a livello comunitario, puntando su innovazione, green economy, istruzione e ricerca dando priorità alla creazione di lavoro. Reputo, inoltre, di fondamentale importanza rimettere al centro dell'Europa i cittadini, il lavoro delle donne e dei giovani e un welfare europeo per affiancare crescita economica e uguaglianza". "Crescita, sviluppo, lotta alla disoccupazione: sono questi gli obiettivi su cui indirizzare l'attività dei prossimi mesi in Europa. Abbiamo capito che solo attraverso una profonda azione riformatrice possiamo realizzare il cambiamento. Quindi fa ben sperare l'intesa fra i gruppi parlamentari europei e l'agenda del governo italiano, in vista del semestre di Presidenza Ue, sui contenuti e sulle iniziative da intraprendere. Siamo in grado di invertire la tendenza in Europa e abbiamo dalla nostra il mandato degli elettori a farlo". Così l'europarlamentare Simona Bonafè.
Data Creazione: 
Lun, 23/06/2014 - 18