Appello alle Democratiche ed ai Democratici di Saviano

Nell'epoca della crisi globale vanno fatte alcune considerazioni. Chi è nato a Saviano e non era ricco, sa che la crisi c'è sempre stata. Il lavoro non è mai stato assicurato e senza lavoro non puoi vivere onestamente. Oggi invece questa cosa è comune anche a Milano e nelle regioni più ricche dell'Italia. Noi quindi siamo abituati alla incertezza dell'esistenza fin da

Nell'epoca della crisi globale vanno fatte alcune considerazioni. Chi è nato a Saviano e non era ricco, sa che la crisi c'è sempre stata. Il lavoro non è mai stato assicurato e senza lavoro non puoi vivere onestamente. Oggi invece questa cosa è comune anche a Milano e nelle regioni più ricche dell'Italia. Noi quindi siamo abituati alla incertezza dell'esistenza fin da bambini. La crisi ha detto si vive tutti anche i ricchi nell'incertezza. Niente più sarà sicuro ed inamovibile, nemmeno i diritti umani e civili.

Ma in Italia questi concetti sono sempre stati vivi ed enunciati dal 2001 non si sono più fermati. Il punto preciso è che in questo paese la destra e i suoi ideologhi, hanno come riferimento il modello schiavista dell'ottocento. Altro che modernità. Basta ricordare la famosta legge 30 (conociuta come legge Biagi). 40 forme di contratti tutti precari senza contribuzione all'inps.

Ora c'e da dire che l'attacco della Fiat e della Confindustria che si sta consumando contro i diritti civili della persona vengono da lontano. Il governo che abbiamo in carica e portatore di questa ideologia e stanno realizzando questo modello da anni. Oggi gli effetti negativi si vedono ad occhio nudo e si sentono sulla pelle della gente. 

Bisogna dire che la concezione antica di padrone-servo di cui a Saviano ne abbiamo memoria ancora oggi, ed è presente nei rapporti di tutti i giorni tra quelli che definiamo imprenditori e quelli che definiamo lavoratori.

Il lavoratore ha bisogno di lavorare per mangiare, l'imprenditore lo sa e ne approfitta. Ecco perchè aattaccano il contratto nazionale che è uno schermo che aiuta il lavoratore che è la parte debole nella negoziazione con l'azienda. Loro vogliono ripristinare il diritto di vita o di morte nel paese come era qui da noi al sud.

Mi rivolgo democratici cittadini lavoratori e che hanno una famiglia che votano a destra ed a centro....

La destra che è fatta dai padroni e dai servi dei padroni, vogliono proprio questo ripristinare le condizioni di schiavitù da lavoro.

Ora questa destra e questa politica è secodo voi a favore delle persone e delle famiglie Italiane?

Siete consapevoli che se avete bisigno di lavorare e vivere con il vostro lavoro, sarete -tutti- trattati in questo modo?

Siete consapevoli che un paese con queste regole nel lavoro è in un vortice inarrestabile che vi stritolera voi ed i vostri figli. Distruggere il lavoro distrugge l'economia delle famiglie che distrugge i consumi e quindi l'economia generale.

Queste regole sono fatte per i ricchi, ma ricchi sul serio, che sono meno del 3% della popolazione. Mi chiedo ma il resto 93% perche li vota?

Autore: 
Martello
Data Creazione: 
Mar, 19/10/2010 (Tutto il giorno)